Notice: wpdb::prepare è stato richiamato in maniera scorretta. La query non contiene il numero corretto di segnaposti (2) per il numero di argomenti forniti (3). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.8.3.) in /home/amicidelcu/domains/amicidelcuorelivorno.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 4153 Giudizio dell'Organizzazione Mondiale della sanità sulla vaccinazione contro il Morbillo - Associazione Livornese Amici del Cuore

Giudizio dell’Organizzazione Mondiale della sanità sulla vaccinazione contro il Morbillo

L’ufficio regionale dell’OMS per l’Europa esprime preoccupazione per la corrente situazione che vede l’espansione dei casi di morbillo e di altre mattie prevenibili sul territorio Italiano.

L’OMS riconosce gli importanti sforzi dell’Italia per invertire questa tendenza e unirsi alle altre 37 Nazioni Europee che hanno con successo interrotto la trasmissione di questa malattia e prevenuto il risorgere di altre malattie prevenibili con i vaccini.
L’Assemblea Mondiale della Sanità ha riconosciuto la vaccinazione come uno degli interventi di sanità pubblica di maggior costo-beneficio e ha incoraggiato i Paesi membri a prestare particolare attenzione al miglioramento della performance del sistema immunitario nazionale.

Le politiche di vaccinazione devono essere basate su dati evidenti e le strategie per raggiungere un’alta copertura vaccinale devono guidare il programma nazionale per ottenere massima credibilità, governabilità ed efficacia.
La Posizione Ufficiale dell’OMS per quanto concerne la vaccinazione contro il morbillo, raccomanda il controllo della storia vaccinale di ogni bambino per l’iscrizione a scuola. I bambini senza prova evidente di vaccinazione con due dosi di vaccino per il morbillo dovrebbero essere vaccinati.

Le strategie di vaccinazione legate all’iscrizione scolastica hanno dimostrato di essere efficaci in molto paesi per evitare epidemie nelle scuole ed ottenere un’alta copertura vaccinale. In base alle informazioni disponibili all’ufficio regionale Europeo dell’OMS, nel 2015 12 paesi Europei richiedevano la prova di vaccinazione per l’iscrizione scolastica.

La grande maggioranza della popolazione Europea accetta la vaccinazione e la richiede come un diritto di protezione contro malattie potenzialmente pericolose.  Per mitigare i potenziali impatti negativi della disinformazione, è estremamente importante dare informazioni basate su dati reali di benefici e sicurezza dei vaccini.

Questo impegno include l’ascolto attento delle preoccupazioni di genitori e pubblico, il lavoro con le comunità e gli operatori sanitari per creare consapevolezza , così che ogni persona possa prendere decisioni consapevoli per sé e per i propri figli.
L’ufficio regionale dell’OMS per l’Europa applaude l’attuale importante sforzo per fermare la trasmissione del morbillo in Italia.